All Posts By

Jessica Riccumeni

Sabbia per equitazione. Focus sul mondo dell’equitazione: breve storia e nazioni leader in questo sport

I fondamentali dell’equitazione: stile, struttura e sabbia

Disciplina sportiva elegante e da sempre legata alla classe nobiliare, l’equitazione implica l’impiego di un cavallo da parte di un cavaliere, che può cavalcarlo secondo diversi stili.

Che si pratichi per agonismo o meno, essa riveste da sempre un ruolo fondamentale, tanto da farne una disciplina olimpica, nonché una passione sportiva per molte nazioni, particolarmente quelle anglosassoni. Può essere praticata in singolo oppure in competizioni a squadre. Esistono strutture coperte per l’equitazione, che generalmente vengono utilizzate per certi tipi di competizioni, così come strutture all’aperto, tra i quali i maneggi.
Ad esempio nel caso dell’ippica, esiste uno stadio apposito, l’ippodromo. Il denominatore comune è la sabbia con cui viene rivestito il terreno. Di seguito vedrai una breve storia delle origini dell’equitazione e della sua transizione all’epoca moderna, scoprendo inoltre perché la sabbia riveste un ruolo cruciale nella pratica di questa disciplina.

Origini dell’equitazione: uno sport nobile

Per quanto l’uomo abbia da sempre utilizzato il cavallo allo scopo di muoversi con maggiore efficacia e velocità, l’equitazione moderna nasce nel periodo medievale, quando il cavallo iniziò ad essere impiegato all’interno di competizioni per puro piacere. Montare a cavallo per diletto e non solo per necessità diventò uno dei passatempi amati dalla classe nobiliare, i cui membri erano tenuti a sapere andare a cavallo in maniera impeccabile se non volevano sfigurare con il resto della corte. Tra i principali sport che si praticavano con l’ausilio dei cavalli, uno dei più popolari era il classico torneo medievale, noto anche con il nome di giostra. Giunto fino a noi grazie all’immaginario collettivo di libri e film, il torneo medievale prevedeva l’impiego di cavalli addestrati e soprattutto di cavalieri abili nel condurre il destriero. Poiché i nobili partecipavano in prima persona al torneo, spesso per contendersi i favori della donna più prestigiosa di corte, divenne fondamentale imparare a cavalcare. Ecco perché durante l’epoca rinascimentale molte corti europee diedero vita alle prime scuole di equitazione, all’interno delle quali i fantini insegnavano ai cortigiani l’arte dell’equitazione. Nei secoli successivi l’equitazione rimase a corte: le accademie dove si insegnava questa disciplina erano luoghi esclusivi, il cui accesso era garantito a cavalieri e nobili. Per potervi entrare, inoltre, era necessario non appartenere ad alcuna classe di arte oppure di borghesia. La prima scuola di equitazione moderna nacque in Francia nel 1715 ad opera di uno scudiero di Luigi XV, che si occupò inoltre di scrivere il primo libro che codificava i metodi utilizzati per insegnare questa disciplina. A partire da quel momento furono molte le scuole di equitazione che nacquero con l’intento di tramandare quest’arte, che con il passare dei secoli diveniva sempre meno elitaria.

L’equitazione moderna: quali nazioni sono al top in questa disciplina

Al giorno d’oggi l’equitazione mantiene un carattere che richiama le sue origini aristocratiche, ma è una disciplina che può essere praticata da tutti coloro che vogliono rimanere a contatto con la natura e mantenersi in forma al contempo. Tra le nazioni che risultano maggiormente competitive nelle gare di equitazione si trova certamente la Gran Bretagna, che regolarmente organizza molti tornei di rilevanza internazionale. Anche l’Italia, che vanta una tradizione forte con competizioni tuttora molto note, come il Palio di Siena, ha un posto d’onore tra i Paesi più forti in equitazione. Altre nazioni che svolgono ruoli importanti per l’equitazione mondiale includono: la Francia, il Belgio, l’Olanda, la Svizzera e gli Stati Uniti.

Il ruolo fondamentale della sabbia nell’equitazione

L’equitazione prevede da sempre l’utilizzo di una sabbia specifica, che risulta ideale per la pratica di questa disciplina secolare. La nostra competenza permette di ottenere una sabbia in grado di rispettare gli standard elevati richiesti nelle competizioni internazionali. Grazie ad un meticoloso processo di estrazione e lavaggio, la sabbia per equitazione permette di praticare questa disciplina nella migliore delle condizioni possibili, aiutando fantino e destriero a sentirsi sempre sicuri. Lo staff di Minerali Industriali è a tua completa disposizione per approfondire le tipologie di sabbia più adatte per le tue necessità legate al mondo dell’equitazione.

Il fenomeno erosivo delle spiagge in Italia.

Come avviene il fenomeno erosivo e quali tratti di spiaggia sono maggiormente colpiti in Italia.

Sabbia: un bene sempre più prezioso che rischia di sparire
Il fenomeno dell’erosione costiera dei litorali italiani non sembra volersi minimamente arrestare. Infatti quasi la metà delle spiagge italiane risulta, da analisi scientifiche condotte puntualmente, in completo arretramento. L’erosione costiera consiste in sostanza nell’arretramento di quella che può essere descritta come la linea della riva presente in ogni spiaggia. È importante operare una distinzione chiave da questo punto di vista: il fenomeno dell’erosione costiera è in realtà del tutto naturale. Continue Reading